SPIAGGE E FONDALI PULITI 2012

27 maggio a Rosolina Mare
la campagna di Legambiente per la difesa delle spiagge

 

Decine di volontari impegnati nella pulizia di Porto Caleri
Legambiente: “una grande giornata di sensibilizzazione per educare al rispetto e alla tutela degli ambienti costieri

La Protezione Civile di Legambiente impegnata nella simulazione di intervento sulla costa interessata da sversamento di idrocarburi

Alla vigilia dell’estate ritorna il consueto appuntamento con Spiagge e Fondali Puliti, campagna nazionale di Legambiente che coinvolge un pacifico esercito di volontari armati di sacchi, guanti e rastrelli nella pulizia delle nostre coste dai rifiuti abbandonati. Un weekend di volontariato e sensibilizzazione che ogni anno conta più di duecento iniziative e che raccoglie tonnellate di spazzatura lasciata in spiaggia o, peggio, abbandonata in mare da chi continua a scambiare il nostro amato litorale per una grande discarica a cielo aperto. Un gesto concreto di amore per il mare, un’occasione per richiamare all’ordine cittadini maleducati. 

Il Polesine ospiterà quest’anno uno degli eventi di punta nazionali della campagna. L’iniziativa, che si svolgerà domenica 27 maggio a Rosolina Mare, in località Porto Caleri, è stata presentata oggi in una conferenza stampa a Palazzo Celio, alla presenza di tutti i partner coinvolti: l’Assessore alle Politiche Ambientali della Provincia di Rovigo Giuliana Gulmanelli, l’assessore al Turismo Laura Negri, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Rosolina Giovanni Crivellari, il direttore di Sodea AcquAmbiente Julik Zanellato, il presidente di Ecogest Srl Giovanni Giribuola .

“Le nostre coste – afferma Giorgia Businaro, rappresentante dell’Ufficio di Coordinamento Regionale di Legambiente Veneto – rappresentano un patrimonio naturale inestimabile, che necessita di rispetto e cura continui. Esse rappresentano risorse paesaggistiche, ma anche economiche, sociali e culturali. Troppo spesso, purtroppo, le troviamo invase di rifiuti di ogni tipo, quasi fossero discariche a cielo aperto, frutto di disattenzione e superficialità da parte di chi non si sente responsabile di questi luoghi che abita, vive o visita. Questa incuria – prosegue – non solo mina la bellezza delle coste e la loro corretta fruizione ma mette anche gravemente a rischio la biodiversità dentro e fuori il mare.”

Secondo l’Associazione Ambientalista, questa campagna rappresenta un’occasione fondamentale per far capire quanto sia importante tutelare il nostro paesaggio costiero, un patrimonio d’inestimabile valore che appartiene a tutti gli italiani ma che oggi è sempre più a rischio.
Lo scorso anno i volontari insieme ai cittadini hanno raccolto circa 35 quintali di rifiuti su 700 metri di spiaggia, su Scanno Cavallari, di cui il 30% in plastica. “È fondamentale – sostiene Businaro – diffondere un’educazione alla raccolta differenziata: l’immondizia se differenziata correttamente ha ancora un immenso potenziale e può tornare a vivere sottoforma d’altri oggetti utili nella vita quotidiana”.
lo slogan Spiagge e Fondali Puliti 2012 sarà infatti: “Riduci, utilizza e ricicla”.

Domenica 27 maggio Legambiente Veneto, in collaborazione con i locali circoli Legambiente Rovigo e Legambiente Adria-Delta Po e con gli enti partner dell’iniziativa, intende realizzare una grande giornata di pulizia ed educazione ambientale rivolta ad adulti e bambini, che contribuiranno alla pulizia di un tratto spiaggia e verranno coinvolti in attività di educazione ambientale coordinate dagli educatori di Legambiente.
Un’occasione per prendere coscienza del grave problema dell’abbandono dei rifiuti e, allo stesso tempo, per valorizzare questa zona del delta padano.

Contestualmente i volontari specializzati di Legambiente effettueranno una simulazione di intervento sulla costa interessata da sversamento di idrocarburi.
“Si tratta di interventi che richiedono preparazione tecnica e fisica notevole – spiega Businaro. Grazie al progetto “Neptune, la cultura del mare nel volontariato”, finanziato dal Centro di Servizio per il Volontariato di Rovigo, Legambiente Veneto ha formato circa cinquanta volontari, pronti ad intervenire in caso di incidente in mare con sversamento di idrocarburi. La recente tragedia dell’Isola del Giglio e lo sversamento nel Golfo di Taranto danno la misura di quanto questo tipo di rischio sia elevato per le coste italiane.”

L’appuntamento per i volontari e i cittadini è per le 8.00 presso Piazza D’Armi a Rovigo e a 9.20 presso il parcheggio pubblico di via “Il Moro” a Rosolina Mare. Alle 9.30, i volontari specializzati della Protezione Civile di Legambiente inizieranno l’istallazione del modulo operativo per l’esercitazione. Alle 10.00 i volontari, muniti di guanti e sacchi per la raccolta differenziata forniti da Legambiente, cominceranno le attività di pulizia. Per i più piccoli, la raccolta dei rifiuti verrà presentata grazie a giochi e momenti di educazione ambientale. Alle 13,30 è prevista la pausa pranzo con un momento di ristori offerto dagli organizzatori. Nel pomeriggio sarà possibile riprendere le attività di pulizia e, per i bambini, avverranno le premiazioni della “Caccia al Rifiuto”.

L’evento è realizzato con il patrocinio della Provincia di Rovigo, Assessorato all’Ambiente e Assessorato al Turismo, Comune di Rosolina e Ente Parco Regionale Delta del Po Veneto; grazie al contributo di Ecogest srl, Consorzio Smaltimento RSU e “SODEA-Acquambiente”. L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto di Legambiente Veneto “Neptune: la cultura del mare nel volontariato”.

Per informazioni: veneto@legambienteveneto.it tel. 0425 27520 – 3667188928