La Convenzione internazionale di Ramsar, celebrata annualmente il 2 febbraio con la Giornata mondiale delle Zone Umide, sottoscritta finora da 170 Paesi, tutela le Zone umide più importanti del mondo definite come aree caratterizzate da ecosistemi con altissimo grado di biodiversità, con habitat di particolare importanza per gli uccelli acquatici.

I molteplici servizi che le zone umide offrono, e che sottintendono la necessità del loro mantenimento, ripristino e ampliamento sono: offrire acqua alle comunità per le esigenze primarie, essere filtro naturale, grazie ai suoi organismi vegetali, contro gli inquinanti, fornire cibo, fornire circa il 70% di tutta l’acqua dolce utilizzata per l’irrigazione, essere scrigno di biodiversità ospitando più di 100.000 specie di acqua dolce conosciute, essere ammortizzatori di eventi naturali estremi, mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici essendo serbatoi di carbonio.

Le Zone umide sono ecosistemi importanti e sempre più minacciati, a causa della pressione antropica e del riscaldamento globale.

Nell’ultimo secolo oltre il 64% delle zone umide sono scomparse.

➡️ DOMENICA 7 febbraio alle 10:30 e alle 14:30 possibilità di visita guidata gratuita all'OASI LYCAENA (meteo permettendo, conferma venerdì 5/2 su Facebook).

ZONE UMIDE E BIODIVERSITÀ (approfondimento)

TORNA SU